sabato 23 gennaio 2010

le ragioni dello scrivere

"Si scrive per popolare il deserto... per non morire... per essere ricordati e per ricordare... anche per dimenticare... anche per esser felici... per fare testamento... per giocare...per scongiurare, per evocare... per battezzare le cose... per surrogare la vita, per viverne un'altra... per persuadere e amorosamente sedurre... per profetizzare... per rendere verosimile la realta'... Tante sono, suppergiu', le ragioni per scrivere. Una di piu', ma forse una di meno (non ho contato bene), delle ragioni per tacere."
Gesualdo Bufalino.

Ognuno di voi troverà tra queste parole le ragione del suo scrivere.
Personalmente scrivo per rendere migliore la mia vita e popolare quel deserto che a volte sento dentro di me.

6 commenti:

Pellescura ha detto...

Scrivere è un po' vivere...

chit ha detto...

Scrivere è un modo come un altro per esprimersi ed ogni forma di espressione merita attenzione e rispetto, a prescindere!? ;-)

Jean du Yacht ha detto...

Scrivere è un pò come confessarsi [quando a "confessarsi" non si attribuisca necessariamente il significato di "accompagnarsi ad una fessa" (o ad un fesso dipende dal sesso, non necessariamente comunque, di chi scrive) e personalmente prediligo questo tipo di scrittura, in mancanza del quale mi limito a scrivere].

hamelin ha detto...

Scrivo per spolverare la tastiera.

Claudio ha detto...

Scrivo quando amo.
Quando non amo, non scrivo.

rossella martielli ha detto...

io scrivo per creare molti alternativi a quello in cui vivo...perchè almeno con la fantasia puoi essere tutto e il contrario di tutto....e fare qualsiasi cosa